Friday 18th August 2017,
AGI Spettacolo

ESPOSTO CONSIGLIO SUPERIORE MAGISTRATURA

angelo 09/20/2011 Nessun commento

Consiglio Superiore della Magistratura
Piazza dell’Indipendenza, 6
00185 Roma
e-mail: protocollo.csm@giustiziacert.it

ESPOSTO

Il sottoscritto Angelo Cosimo CIAIOLA , nato a Villapiana (CS ) il ……………. Cod. Fisc. ……………… – residente a Roma  – Tel. 333.11.20.465 – e-mail : agispettacolo@pec.it di professione generico cinematografico

in qualità di presidente dell’Associazione Generici Italiani dello Spettacolo, con il presente atto ESPONE quanto segue:

a) RAI – Radiotelevisione Italiana Spa – Viale Mazzini,14 Roma 00195

Direttore Generale pro tempore Dott.sa Lorenza Lei

b) RAI FICTION
Direttore pro tempore Dott.re Fabrizio Del Noce

c) RAI CINEMA
Direttore pro tempore Dott.re Franco Scaglia

da molti anni finanzia film e/o fiction che vengono girati all’estero.
Il più delle volte la scelta di location straniere non risponde a reali esigenze di ambientazione scenografica e, comunque, MAI risponde ad esigenze di risparmio dato che i preventivi vengono approvati e finanziati secondo i prezzi di mercato dei listini italiani.

La delocalizzazione crescente delle produzioni seriali sta provocando una sensibile quanto evitabile contrazione occupazionale che danneggia i teatri e i noleggiatori italiani e che colpisce in modo particolare i generici, oltre che i tecnici e le maestranze delle troupes di scena.

Dal 2008, infatti , le giornate lavorate dai lavoratori dello spettacolo sono notevolmente diminuite e prevediamo una ulteriore diminuzione per l’anno in corso.

I contribuenti vengono giustamente esortati a pagare il canone per sostenere l’azienda pubblica, ma poi la RAI non si impegna ad assicurare ai contribuenti entrate erariale e previdenziali, delocalizzando le produzioni anche quando non sussistono né plausibile motivazioni tecniche,organizzative e produttive, ,né comprensibile vantaggi economici, per scegliere location estere.

CHIEDE

Che codesto Consiglio Superiore della Magistratura voglia accertare l’accaduto, quindi provveda con ogni mezzo appropriato d’indagine a verificare l’accadimento dei fatti ai fini dell’accertamento di ogni eventuale cambiamento illegittimo, ove effettivamente esiste, ed ove ravvisi nei fatti di cui sopra estremi di reato – quale il falso in atto pubblico – ed ogni altro reato, procedendo in tal caso ai sensi di legge nei confronti degli eventuali responsabili.

Roma li

Firmato

Angelo Cosimo Ciaiola
( presidente )