Friday 15th December 2017,
AGI Spettacolo

LA DIGNITA’ VA DIFESA ” VERGOGNA “

angelo 04/13/2009 Nessun commento

—– Original Message —–
From: “agispettacolo”
To: mailinglist@kometarossa.it>
Sent: Sunday, December 21, 2008 5:08 PM
Subject: VERGOGNA !!! VERGOGNA !!!
L’uomo che guardava il futuro ( Enrico Mattei ) regia di Giorgio Capitani
prodotto dalla Lux vide spa.
Sabato 20 dicembre 2008 circa 20 generici convocati presso lo studio Videa dopo aver svolto il proprio lavoro verso l’una siamo stati convocati dal responsabile dei generici per fare la fila per usufruire presso il catering il pasto. Il sevizio catering posto in una baracca in mezzo a tutti gli attrezzi  al limite della decenza. Preciso che l’orario era continuato.
Durante la settimana dal lunedi al venerdi abbiamo lavorato in condizioni meteo abbastanza difficili ( pioggia e freddo ) senza darci un bicchiere di tè.
1) cinque lavoratori generici dopo aver fatto la fila vengono rimandati in dietro perchè dovevano mangiare dopo la troupe.
2) un’altra fila e di nuovo rimandati indietro, motivazione prima la troupe.
3) un’altra fila stessa cosa
4) un’altra fila stessa ripetizione di prima ma con un esclamazione ” se rimane il mangiare lo diamo pure ai generici”.
Siamo andati più volte dal responsabile del set che ci dava ragione. Stufi dell’atteggiamento nei nostri riguardi  io con tutti i lavoratori abbiamo deciso di andare a mangiare per conto nostro. Mentre ci dirigevamo verso il nostro obbiettivo, viene  l’Organizzatore Nicolò Forte che ci chiede il perchè di questa ribellione. Io Angelo Ciaiola delegato sindacale spiego la vera storia della sommossa. Dopo una pacata discussione viene risolto il caso, ma non finisce qui perchè il signore Organizzatore telefona al responsabile dei generici e racconta la sua storia che come capo rivolta c’era il sig. Ciaiola.
Questo modo di agire è veramente pericoloso, perchè dal mio punto di vista indirettamente l’organizzatore velatamente fa capire di non chiamarmi più
perche sono scomodo. Faccio presente che il Regista Giorgio Capitani saputo della nostra rivolta si è scusato per quanto era successo in nome di tutta i componenti della regia.
Chiedo di sapere se il sindacato era stato avvisato (paritetica) che sabato 20 dicembre si girava rispettando il CCNL.