Saturday 07th December 2019,
AGI Spettacolo

MEMORANDUM COORDINATORI AOSM

angelo 09/24/2014 Commenti disabilitati
MEMORANDUM COORDINATORI AOSM

 

Con il Protocollo d’Intesa del 22 luglio 2014 le associazioni APT e
AGI spettacolo hanno convenuto di svolgere un’azione comune tesa ad
assicurare la conoscenza e il rispetto del CCNL dei Generici e delle
norme che regolano il Mercato del Lavoro in questo settore.

Dell’osservanza delle predette norme è garante l’AGI.

Ciò presso,si ricorda quanto segue:

1)      I Coordinatori Generici/AOSM sono tenuti a rispettare il CCNL
Generici in ogni sua parte.

2)      I generici e i minori sono tenuti a fornire una sola volte
senza oneri economici a proprio carico le fotografie che verranno
inserite in un data base unificato,pertanto non sono necessarie
iscrizioni a services o dietro indicazione di andare al proprio
fotografo di riferimento. ( il rinnovo deve essere fatto anno per
anno)

3)      I Coordinatori Generici/AOSM quando sono impegnati sul set
sono tenuti ad esporre un badge/ cartellino identificativo della
produzione recante nome,cognome e qualifica del lavoratore.( art.
6,legge 123/2007)

4)      I Coordinatori Generici /AOSM devono essere formati in
relazione agli obblighi derivanti dal Testo Unico sulla Sicurezza del
Lavoro 81/08 ( ex 626) anche nell’eventualità di svolgere il ruolo di
Preposto alla Sicurezza.

Sindacato Lavoratori Comunicazione

SLC – CGIL Nazionale

Area Produzione Culturale

via Ofanto, 18  –  00198  Roma    Tel. +39 06 88 40 505    Fax +39 06
84 17 303   troupe@slc-cgil.it

Roma , 14 maggio 2014

Spett.le ANICA

APT

APE

E p. c. lavoratori troupe e
generici

LL.SS.

OGGETTO: Rispetto del CCNL Generici.

Chiediamo alle associazioni in indirizzo di attivarsi
presso i propri associati affinchè il CCNL Generici trovi la più
diffusa e corretta applicazione.

La richiesta nasce dalle ripetute denunce di
lavoratori e associazioni pervenuteci, relative a inadempienze poste
in essere da alcune società.

Tra le inadempienze, oltre il ritardato pagamento delle retribuzioni o
il riconoscimento di retribuzioni difformi da quanto stabilito dal
predetto CCNL, evidenziamo il fenomeno interpositorio delle aziende
che si rivolgono a intermediari nella costituzione dei rapporti di
lavoro e che giudichiamo il mezzo per ridurre i costi e ridurre le
protezioni di legge a danno dei lavoratori e delle aziende
concorrenti.

Ribadiamo e confermiamo la nostra attivazione sulle eventuali
richieste di tutela in merito che ci dovessero pervenire dai
lavoratori.

A disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Slc – Cgil

Area Produzione Culturale

(Umberto CARRETTI)