Wednesday 13th December 2017,
AGI Spettacolo

PERSONALE ASSICURATO ENPALS

angelo 06/07/2009 Nessun commento

Personale assicurato ENPALS
I lavoratori dello spettacolo appartenenti alle categorie di cui all’art. 3, D.L.C.P.S. n. 708/1947, sono obbligatoriamente assicurati presso l’ENPALS, anche se prestano lavoro in forma autonoma, per quanto riguarda l’assicurazione per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti, sostitutiva di quella generale gestita dall’INPS.

A chi si rivolge
In base a quanto affermato dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 12824/2002, l’obbligo assicurativo presso l’ENPALS è indipendente dall’attività svolta dal datore di lavoro essendo sufficiente l’appartenenza del lavoratore ad una delle categorie indicate nel suddetto art. 3. Inoltre, mentre per alcuni di tali soggetti (quali gli attori, i cantanti, i concertisti, i registi, i direttori d’orchestra, i ballerini, nonché alcune categorie non facenti parte del settore artistico come i tecnici di montaggio e del suono, dello sviluppo e stampa, degli operatori di ripresa, dei doppiatori) lo svolgimento dell’attività lavorativa è volto comunque a realizzare un prodotto di carattere artistico e pertanto l’appartenenza alla categoria vale di per sé ad integrare l’obbligo assicurativo presso l’ENPALS, per altre categorie (quali i macchinisti, elettricisti, falegnami, tappezzieri, truccatori e parrucchieri) tale obbligo assicurativo scatta solo quando la prestazione viene resa per la realizzazione di un prodotto di carattere artistico o ricreativo (ENPALS circ. n. 38/2002).

La Corte ha precisato inoltre, che l’assicurazione ENPALS vige anche qualora l’attività svolta, per la creazione di un prodotto di carattere artistico o ricreativo venga espletata in assenza di pubblico dal vivo e si concretizzi nella realizzazione di un supporto registrato o riprodotto destinato alla commercializzazione (ENPALS mess. n. 8/2002). Rientrano, quindi, tra i soggetti che devono obbligatoriamente essere iscritti all’ENPALS anche gli artisti ed i tecnici che prestano la propria opera nelle sale di registrazione per la produzione di supporti fonografici destinati alla vendita.

Contenuti e procedure
Per l’individuazione dei requisiti contributivi e delle modalità di calcolo delle contribuzioni e delle prestazioni, i lavoratori dello spettacolo iscritti all’ENPALS, indipendentemente dalla natura autonoma o subordinata del rapporto di lavoro (ENPALS mess. n. 1/2003), che appartengono alle categorie elencate dall’art. 3 del D.Lgs. n. 708/1947 sono distinti in tre gruppi.
Ai sensi dell’art. 3, 2° comma, D.Lgs.C.P.S. n. 708/1947, come modificato dall’art. 43, L. n. 289/2002 (Finanziaria 2003), tale distinzione può essere integrata o ridefinita, ai sensi dell’art. 2, comma 1, D.Lgs. n. 182/1997, così come possono essere adeguate le categorie dei soggetti assicurati di cui al 1° comma dello stesso articolo 3.
A norma di quanto sopra un primo raggruppamento dei lavoratori dello spettacolo iscritti all’ENPALS è stato effettuato dal D.M. 10 novembre 1997. Successivamente è intervenuto il D.M. 15 marzo 2005.
Secondo il Ministero del lavoro si devono ritenere ricomprese nella categoria delle imprese che gestiscono “impianti sportivi” solo quelle che hanno impianti propri o che, pur non essendone proprietarie, li gestiscono direttamente, con esclusione delle imprese degli impianti di trasporto e di risalita a fune (INPS mess. n. 16161/1989).
Il Ministero, con la circolare n. 108/1984, ha poi affermato che, tra i dipendenti delle imprese che gestiscono impianti sportivi sono soggetti all’obbligo di assicurazione presso l’ENPALS solo i dipendenti per i quali sussista un nesso di collegamento diretto tra la prestazione di lavoro e l’impianto.

Nell’ambito delle categorie soggette all’obbligo assicurativo presso l’ENPALS, il Ministero del lavoro, con la circolare n. 33/1962, ha fornito l’elencazione di figure che prestano normalmente attività in forma autonoma che sono tenute – a differenza di quanto avviene per i lavoratori che prestano attività subordinata – alla contribuzione presso l’INPS limitatamente alle forme assicurative di cui si è detto (con specifico riferimento alle categorie dei cantanti e complessi orchestrali di ritrovi pubblici, nonché a quelle del settore radiotelevisivo: ML circc. n. 28/1971; n. 2/1987).

Principali riferimenti normativi
D.L.C.P.S. n. 708/1947, art. 3
Corte di Cassazione sentenza n. 12824/2002
ENPALS circ. n. 38/2002
ENPALS mess. n. 8/2002
ENPALS mess. n. 1/2003
D.M. 10 novembre 1997
D.M. 15 marzo 2005
INPS mess. n. 16161/1989
Ministero del lavoro circ. n. 108/1984
Ministero del lavoro circ. n. 33/1962