Saturday 07th December 2019,
AGI Spettacolo

RICHIESTA INCONTRO film” LE 3 ROSE DI EVA “

angelo 09/05/2014 Commenti disabilitati
RICHIESTA INCONTRO film” LE 3 ROSE DI EVA “

Roma, 0 5/09/2014

Spett.le

ENDEMOL ITALIA

Via Monte Zebio, 32

00195 Roma

att.ne  D.ssa ROSA URSO

E.p.c. Roberto ALCHIMEDE

E.p.c.slc-cgil

Coord. Naz. Umberto Carretti

Oggetto: richiesta di incontro – ” LE TRE ROSE DI EVA 3″

Con la presente,sottopone alla sua attenzione affinché
possono essere adottati gli opportuni provvedimenti, alcuni problemi
che affliggono ormai da troppo tempo la nostra categoria.

Una categoria che, all’interno della crisi più generale del
cinema,soffre di condizioni ancora più drammatiche.

E mentre diminuisce il lavoro,viene
cancellato un diritto acquisito,non viene rispettata la nostra
dignità, e noi ci riduciamo alla mercè di ogni abuso e di ogni sopruso
costretti ad accettare situazioni al limite della sussistenza.

Questo non è più tollerabile.

Ai lavoratori generici non viene consegnato il:

1)      Contratto individuale come da CCNL generici  (art. 1 – assunzione)

2)      Copia del Testo Unico sulla Sicurezza del lavoro 81/08 ( ex 626)

.

Per noi precari a vita è sempre più difficile la soddisfazione di
esigenze primarie, con la costante demolizione di diritti e tutele.

A fronte di quanto su esposto

E’ diventato prassi normale che il coordinatore indica di
andare al proprio fotografo di riferimento e/o services si fa pagare
dal lavoratore per l’iscrizione e/o rinnovo dell’archivio fotografico
somme di denaro vietato dalla legge – A regolare questa materia in
Italia è la legge Biagi del 2003, che recita esplicitamente
all’articolo 11 e articolo 18: “ E’ fatto divieto ai soggetti
autorizzati o accreditati di esigere o comunque di percepire
direttamente o indirettamente,compensi dal lavoratore “

Da parte nostra abbiamo denunciato questo malcostume,perché i
lavoratori sono stufi di subire prepotenze,forme ricattatorie e
discriminazione sindacale.

Siamo convinti che Lei,personalmente,sia all’oscuro delle
manovre che spesso superano il limite della legalità per l’assunzione
dei generici da parte di reclutatori e/o agenzie.

La invitiamo pertanto,per quanto riguarda , ad aiutarci
per mettere fine ad una situazione di malcostume non più sopportabile
dai lavoratori.

L’AGI   spettacolo sarebbe felice di incontrarla al più presto per
discutere un’eventuale collaborazione in seno alla trasparenza nella
ricerca dei lavoratori dello spettacolo.

Per nostro conto impugneremo qualunque segnalazione ci
pervenisse in tal senso dai lavoratori.

Grati per quanto vorrà fare, restiamo a sua disposizione
per eventuali possibili chiarimenti in merito.

Angelo C. Ciaiola